riflessioni quarantene

Proponiamo una seconda puntata di rassegna stampa di materiali che crediamo utile leggere e conservare

Gianni Barbacetto: Sanità pubblica/sanità privata. La sproporzione

Coordinamenta: la corona va al più bello

Nicoletta Poidimani: per immunizzarci dal gregge

Medicina democratica: non andrà tutto bene

Attac: rimaniamo a casa ma non rimaniamo in silenzio

e infine segnaliamo un’altra raccolta di riflessioni e spunti su Lost

Coronavirus: è più facile immaginare la fine del mondo che la fine del capitalismo

Pubblichiamo una piccola rassegna stampa a tema “coronavirus”, sono punti di vista insoliti, che esulano dalla contagiosità e che prendono in considerazione l'”emergenza” con uno sguardo anticapitalista

Il virus del terrore, intervista a Leopoldo Salmaso specialista in malattie infettive e tropicali

Corona virus: alcuni sguardi diversi dal frullato di panico e ignoranza che regna,

e Corona Virus: altri sguardi (2) raccolte di considerazioni interessanti su “La Bottega del Barbieri”

Niente sarà più come prima, di Guido Viale (da Comune-info)

Coronavirus, cosa non ha funzionato nella sanità lombarda, di Vittorio Agnoletto

Diario Virale, di WuMing

segnaliamo inoltre la pagina FB  Sesto Male su cui quotidianamente troviamo post utili a potenziare i nostri “anticorpi” al capitalismo e alla devastazione dei territori

 

 

Vi ricordate di piazza Fontana? Un incontro con Daniele Barbieri

Il 12 dicembre 1969 è un venerdì, giorno in cui le banche sono più affollate del solito. A Milano nella Banca dell’Agricoltura di piazza Fontana la bomba scoppia alle 16,37:
ci sono 17 morti e 87 feriti. La diciottesima vittima legata a quella infame strage è Giuseppe Pinelli, ferroviere anarchico, che Il 15 dicembre “vola” da una finestra del quarto piano della questura. Nessun colpevole per la sua morte, sentenziarono anni dopo. Del resto, dopo molti processi, i giudici non condannarono nessuno per piazza Fontana.

Domenica I dicembre, dalle 16.30, un monologo di e con Daniele Barbieri presso i giardini di via dei Transiti.